Torta salata di scarola in crosta alle olive e capperi

Sono una appassionata di cucina, questo è evidente, altrimenti non mi sarei certo  dedicata ad un blog di ricette. E come tutti coloro che venerano l’arte del cucinare, ho i cassetti pieni di arnesi specifici, che dovrebbero semplificare il lavoro e aiutarmi nella lavorazione della ” materia” prima da trasformare. Ci sono serie di coltelli, levatorsoli, pilucchini, sminuzzatori, spirali per arrotolare verdure, snocciolatori, taglia-carote a nastro, cucchiai porzionatori, sifone spara -creme, anelli taglia-pasta, ogni tipo di formine, svariate forme di stampi e stampini, insomma un vero e proprio arsenale! Ma queste ” armi “alla fin fine non vanno spesso in guerra:  mi dimentico di averle, appartengono a necessità tanto specifiche quanto effimere e una volta usate cadono nel dimenticatoio.  La verità è che nel percorso quotidiano, colazione, pranzo e cena, finisco per usare sempre tre o quattro oggetti ” basic”, i più maneggevoli e  semplici, ma fedelissimi ed preziosissimi esecutori dei miei piatti di ogni giorno. Lo stesso non vale per i piccoli elettrodomestici, che invece  uso ogni giorno. Li tengo pronti sul piano da lavoro,  con la spina inserita nella presa.  Sono lo spremiagrumi, il bollitore elettrico, l’amatissimo robot e il minipimer e sono sempre al lavoro. In questo periodo, poi, devo preparare con la tecnica che ho definito  ” a una mano” ed usare i miei elettrodomestici significa avere un braccio in più!

Questa torta salata è stata realizzata con il nuovo frullatore ad immersione ed il suo accessorio “sminuzzatore”, che ho appena acquistato, dopo aver detto addio, con un po’ di sentimentalismo a quello vecchio, inservibile dopo anni di onesto lavoro. Neanche il tempo di aprire la scatola e subito mi sono messa al lavoro…Ps la ricetta è “gluten free”IMG_4497

Ingredienti: per due persone: un cespo piccolo di scalora, una manciata di pancetta affumicata in dadi, una manciata di capperi dissalati, 10 olive denocciolate, 5  filetti di acciuga sgocciolati, due uova, un cucchiaio di farina di mandorle, due cucchiai di farina di riso, due o tre cucchiai di latte ( nella ricetta ho usato quello di riso) 5 cucchiai abbondanti di pangrattato senza glutine, sale e pepe, olio

Preparazione

  • Accendere il forno per portarlo a 150/160 gradi
  • In un tegame, lasciare rosolare la pancetta, così che il grasso diventi trasparente. Nel frattempo, tagliare grossolanamente la scarola e lavarlaIMG_4492
  • Porre la scarola, appena sgocciolata, nel tegame, mescolare il tutto e fare stufare la verdura: basta 5 o 6 minuti, in modo che la scarola sia morbida ma croccante e il liquido rilasciato sia evaporato . Spegnere e lasciare intiepidireIMG_4493
  • In una ciotola, sbattere due uova con un pizzico di sale e pepe, aggiungere sempre sbattendo le farine, due cucchiai di pangrattato, il latte in modo da avere una pastella liscia, quindi aggiungere la verdura  IMG_4494
  • Mettere nel vaso sminuzzatore del minipimer le olive, i capperi, le acciughe e dare pochi impulsi per ottenere  un composto tagliato grossolanamente . IMG_4490Unire il restante pangrattato ed un filo di olio: si ottiene la panatura, che dà alla torta un gusto speciale
  • In una teglia imburrata, versare il composto di uova e verdura e distribuire sopra la panatura.IMG_4495
  • Passare in forno caldo, fino a che la base sia soda e la panatura sia dorata e croccante ( bastano dai 20 ai 30 minuti). Portare in tavola calda o tiepidaIMG_4497ecco la fetta nel piatto

IMG_4501

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...