Chiacchiere salate e pesto di avocado, menta e limone: aperi-cena di carnevale!

Tra poco è carnevale! Non so quando sia esattamente Giovedì Grasso, ma a naso direi che ci siamo vicini, visto che domenica, in Viale della Libertà passeggiavano, tenendosi per mano,   Zorro,   una squaw , con tanto di perline ricamate ed una ballerina di flamenco!  Sono rimasta sorpresa dal fatto che i travestimenti fossero  tradizionali, classici, mentre io mi aspettavo più Peppa Pig e George o Hello Kitty, ma  a quanto pare i cavalieri senza macchia e senza paura reggono bene, così come le lady fascinose , e sono preferiti agli animali parlanti, il cui abbigliamento non è peraltro tanto facile da realizzare ! Di certo, resistono all’usura del tempo le ” chiacchiere di carnevale”, che anzi sono presenti da  almeno un mese nelle pasticcerie e dai fornai, in versione naturale o al cacao, fritte o al forno, rigate da cioccolato fuso o solo spolverate di zucchero a velo. Anch’io mi sono unita, ma non uniformata,  al coro di quelli che fanno ” chiacchiere”: la  mia personale versione è però  ” no-glutine”, salate ed al forno, un super concentrato di ” diversità”. Queste chiacchiere, accompagnate da una velocissima crema di avocado, un ” guacamole  in sottrazione” cioè senza cipolla, senza peperoncino fresco e senza coriandolo, appartengono alla categoria degli stuzzichini e con l’aggiunta  di poco formaggio o di due fette di prosciutto, sono perfette per il cd ” aperi-cena”, ossia per una serata di sole chiacchiere e di tutto riposo. E se qualcuno si aspettava il classico invito ” a portate multiple”? E’ carnevale ed ogni scherzo vale…

Ingredienti : per le chiacchere: gr.120 di farina di riso ( io ho provato quella di riso rosso che serve per la preparazione del pane indiano), gr. 20 di burro liquefatto, 4 cucchiai di vino bianco, un uovo, sale e pepe;

IMG_2325Preparazione: riunire la farina in una ciotola, fare una conca al centro e rompervi l’uovo; con una forchetta amalgamare il tutto e poi unire il burro fuso e il sale. Continuare ad impastare, aggiungendo un cucchiaio di vino bianco alla volta, in modo da ottenere un impasto sodo e non molle; io ho usato il mio robot da cucina con la frusta ad S. Avvolgere la pasta in pellicola e farla riposare per mezz’ora in frigo.IMG_2326

Trascorso il tempo, disporre un foglio di carta antiaderente sulla teglia da forno. Tagliare altri due fogli di carta e mettere la pasta su un foglio, coprendolo con il secondo. A questo punto, schiacciare con il mattarello, in modo da ottenere una sfoglia sottile: grazie a questo metodo il lavoro sarà facilissimo! IMG_2327Con un taglia pasta a rondella o un coltello ritagliare delle striscie e via via adagiarle sulla piastra che andrà in forno. Rimpastare i ritagli fino ad esaurire tutta la pasta e rimettere la teglia in frigo per un altro riposo ( almeno un quarto d’ora) ed accendere il forno per riscaldarlo a 200 gradi e quando è pronto infornare per dieci minuti, e comunque che sulla superficie appaiano le ” bolle”, sinonimo di riuscita! IMG_2329

Ora la mia  ” guacamole  senza” Ingredienti per la crema : un avocado maturo, un cucchiaio di panna acida o di yogurt naturale, un pizzico di peperoncino secco, due o tre rametti di menta fresca,  il succo di mezzo limone. IMG_2330

Pelare l’avocado, metterlo in una ciotola con gli altri ingredienti, eccetto la menta, e schiacciare il tutto con una forchetta fino ad avere un composto cremoso . Aggiungere all’ultimo le foglioline di menta ben tritate e lasciare riposare in frigo fino al momento di servire.

Ora, a tavola : io ho presentato così le  chiacchiere  con il pesto di avocado a guarnire una fetta di crudo IMG_2334

Annunci

Un pensiero riguardo “Chiacchiere salate e pesto di avocado, menta e limone: aperi-cena di carnevale!”

I commenti sono chiusi.