Festa di compleanno senza candelina e zucchine ripiene

Ieri, Pupo ha compiuto un anno! Naturalmente come tutte le nonne, mi sono detta: sembra ieri che è nato, come è trascorso veloce il tempo, come è cresciuto, quante cose sa fare, canta, balla, fa ciao ciao, batte le manine, dice ” tata tata tata”, indica col dito, fa questo e quello e quell’altro ancora! L’elenco delle meraviglie potrebbe essere infinito, ma mi fermo perchè questo basta a descrivere quello che penso: ho in casa un piccolo genio! Poi, superata la fase riflessiva, da brava nonna sono passata alla fase dell’azione: il regalo! In valigia, cerco di non mettere troppo peso, così dall’Italia ho portato solo dei libri, necessari per aiutarlo a crescere bilingue ( ovviamente sul bilinguismo ho raccolto un mondo di informazioni da scriverci un post, ma questo ve lo risparmio). Allora, mattina di shopping: due salopette, il berrettino nuovo, che qui fa freddo, e speriamo di non sbagliare taglia e poi…giocattoli! Davanti alla marea delle scelte possibili, in un primo tempo mi ero orientata su strumenti musicali, attirata da tamburo e xilofono, poi, per paura di essere rispedita in Italia prima del tempo, mi sono fermata ed ho optato per giochi meno rumorosi, ma creativi e ” intelligenti”, come prescrivono le riviste specializzate! Il pomeriggio, la cerimonia della consegna dei regali! E’ andata benissimo: Pupo ha gradito tutto, era eccitatissimo, ballava e cantava, ha messo in bocca scrupolosamente ogni cosa che è stata regalata, incarto compreso, ha scoperto subito come funzionavano i giochi, li ha usati a modo suo, ha gattonato da un pacchetto all’altro, alla fine per calmarlo e prepararlo alla notte, c’è voluta la camomilla! Ed io in tutto questo lo guardava ammirata e commossa: è il number one! Ho appena descritto una giornata di completa ” nonnitudine”, mi sono lasciata andare, senza riserve ed in maniera  ovvia e scontata. E’quello che sento e che auguro capiti a tutti nel percorso di una vita: godere del sorriso di un bambino! Per la ricetta, ho scelto tre zucchine tonde, che ho cucinato con un ripieno a sorpresa.  Forse non c’entrano molto con una festa di compleanno, sarebbe meglio una torta con la candelina, ma sono buone ed hanno la loro sorpresa all’interno, come i pacchetti dei regali e per la torta bisogna aspettare, Pupo ancora non sa spegnere la candelina e lo stiamo allenando…

Ingredienti : per tre zucchine grandi, gr. 50 di nocciole, un cucchiaio di uvetta sultanina, due cucchiaio di parmigiano grattugiato, un piccolo mazzo di menta fresca, 1 limone, sale, pepe, olio

IMG_1148

Preparazione: Togliere la calottina alle zucchine,  svuotarle, incidendo la polpa a circa 1 cm dal bordo e poi aiutandosi con un cucchiaio.

IMG_1149

Lasciare un sottile strato di polpa all’interno e salare ed oliare il guscio ricavato.

Tagliuzzare la polpa e miscelarla con le nocciole, grossolanamente tritate, un cucchiaio di uvetta sultanina, un mazzetto di menta tritata, il succo di un limone, due cucchiai di parmigiano grattuggiato, sale e pepe ed un filo d’olio.IMG_1150

Riempire i gusci e metterli in una pirofila; aggiungere due cucchiai di olio e uno di acqua, coprire con carta metallizzata e porre in forno caldo a 170 gradi.IMG_1151

Lasciare cuocere per circa tre quarti d’ora, provare con una forchetta se la zucchina è morbida e ultimare la cottura senza il foglio di alluminio per un altro quarto in modo che la zucchina finisca la cottura e il ripieno prenda colore e faccia una leggera crosta. Sono buone sia calde che fredde.IMG_1153

Annunci