Moussaka vegetariana ed il rito della partenza. Ad ognuno la sua sindrome bipolare

Evviva! Sono in Belgio! Non potevo certo mancare, è il compleanno di Pupo, che gattona  canta, camminicchia tenendosi ad ogni appiglio, cade, si rialza, piange e ride. Il tutto nell’arco di un “nanosecondo”! Ho contato i giorni, spuntandoli sul calendario, pensando a cosa dovevo regalare, cosa dovevo mettere in valigia, con relativa consultazione dei siti meteo, colloqui informativi con i ” belgi”, e mail che annunciavano il mio arrivo alle amiche che vivono a Brussels, sperando di poterle vedere, anche se come al solito sarà un’impresa quasi impossibile conciliare le loro e le mie esigenze. Insomma, la solita sottile eccitazione pre-spostamento, allegria. attesa, impazienza. Questo è il lato positivo, l’accessione dei motori, il gusto dell’allontanarsi. Ma io non sono una che dice parto e mollo: sono una programmatrice del presente, il che mi procura qualche paranoia ed anche parecchia stanchezza fisica! A volte , penso che ognuno ha la sua sindrome bipolare. La mia consiste nella oscillazione tra il fascino della avventura, e quindi viaggio eguale a non fissare minuto tappe, spostamenti rigidi, cosa da fare o non fare. In breve,sono una che si legge la guida turistica all’ultimo minuto, mentre è in volo e pure molto sommariamente. E questo ha comportato che molte volte mi sono persa e molti luoghi importanti  li ho solo sfiorati, ma non mi sono mai rammaricata, soddisfatta dal sapore di questa libertà. Dall’altro lato, prima di lasciare casa, devo mettere ordine, lasciare tutto in regola, fare cose che mi appaiono fondamentali e che invece potrei tralasciare benissimo o curare con calma al mio ritorno. Insomma, il presente deve essere in regola, a modo mio naturalmente.  E non so, che cosa mi spinga a farlo, ma spesso mi chiedo se la gioia di viaggiare non sia contrastata da un impulso ” pessimista e jettatoria ” del tipo partire è un po’ morire, e quindi meglio lasciare  ” tutto sistemato”!   Anche , questa volta, come al solito, l’ultima ispezione è stata per il frigo ! E naturalmente, ho deciso che non potevo certo lasciare nel cassetto alcuna verdura fresca, nè il parmigiano, nè quella bella cipolla arrostista, avanzata dal giorno prima, come la ciotola di lenticchie già cotte, per un’insalata, mai fatta,  ne è nata così una moussaka vegetariana, che  ha riscosso un buon successo con i miei ospiti ed io guardandoli mangiare,  mi sono finalmente rilassata! Non c’è cosa più bella di condividere il cibo, anche un nuovo piatto è un viaggio,  nel gusto, nei profumi, negli odori e finalmente  e tutte le paranoie se sono andate ! O quasi! Mentre scrivo, mi sono ricordata che devo bagnare le piante e mancano solo 12 ore alla partenza! Intanto, leggete e cucinate

Ingredienti Due melenzane, tre peperoni cornetti, una grossa cipolla già cotta al forno, una tazza di lenticchie cotte, parmigiano grattugiato, due vasetti di yogurt, olio, erba cipollina, origano, cipolla disidrata in fiocchi, sale

Preparazione Accendere  il forno in modo che arrivi a 150 gradi. Tagliare a fette le melanzane, metterle su una teglia ricoperta di carta forno,  spennellarle di olio, cospargere con origano,  sale  e i fiocchi di cipolla disidratata IMG_1182

In una altra teglia, già unta, di porre i peperoni tagliati a faldine e cosparsi di erba cipollina tritata. Salare ed oliare.IMG_1184

Infornare le due teglie, contemporaneamente, una sul ripiano in altro, l’altra in basso e fare cuocere le verdure, controllandole ed a metà cottura invertendo le posizioni delle teglie.

Nel frattempo, in un tegame, rosolare l’aglio con l’olio in modo che si  profumi, togliere l’aglio, aggiungere le lenticchie e la salsa pronta. Lasciare insaporire, facendole asciugare un poco.IMG_1186

Tagliare la cipolla e le patate a fettine.

IMG_1190

Quando le verdure al forno sono pronte, tirale fuori e iniziare a montare il piatto.IMG_1193

Lasciare il forno acceso ed oliare una pirofila, posare sul fondo le melenzane, coprire con le lenticchie, aggiungere un poco di parmigiano e continuare con gli altri ingredienti alternati alle lenticchie, fino ad esaurimento.IMG_1197

Sbattere in una ciotola i due yogurt con il parmigiano e versare il composto sulla Moussaka.
Mettere la pirofila in forno caldo e farla cuocere per circa mezzora o poco più,  e comunque finchè non si formi una crosticina dorata.

Finito !  IMG_1202

Annunci