Pudding di chia, kiwi e melograno e la dieta delle dive

Su un giornale femminile belga, comprato in aeroporto mentre aspettavo, pazientemente, che chiamassero per il volo, mi sono imbattuta in un articolo che esaminava tre ” diete” seguite e quindi ampiamente sponsorizzate dalle star di Hollywood. In redazione, le giornaliste si erano divise i compiti: ciascuna aveva, per una settimana,  provato il regime dietetico suggerito, tenendo una specie di diario. Tutte hanno narrato di sofferenze atroci: per lo più hanno provato una perenne  sensazione di fame, nervosismo, debolezza, scoraggiamento ed anche sforamenti dalle regole e spuntini notturni ” non consenti” per placare la depressione! Insomma, un unanime verdetto: diete folli e sconsiderate, da non seguire !  Per esempio Jennifer Aniston segue la dieta ” bebè” ossia si ciba solo di alimenti per la prima infanzia, Jennifer Love Hewitt ( che non so sinceramente chi sia) mangia due volte al giorno nell’arco di 8 ore e per il resto della giornata digiuna, Christina Aguilera fa la dieta di ”  tutti i colori” ossia per ciascun giorno è programmato cibo di un solo colore, così che il lunedì tocca al bianco, l’indomani al rosso, poi vengono il verde, il giallo, l’arancio ed il viola. Di tutte,  secondo me , era la meno sconclusionata, perché consentiva una certa varietà tra vegetali, proteine e frutta, ma la redattrice alla fine del suo commento, fatto di espressioni come ” insopportabile, folle e atroce”, ha garantito che, piuttosto che ripeterla, anche se ha perso 2 chili in 5 giorni, non si lamenterà mai più delle sue rotondità. Io non ho motivo di dubitare di tale giudizio: è evidente che la monotonia non è compatibile con il mangiare, e la ” costrizione” all’ingrediente mono- cromatico può generare un automatica voglia di gustare altri ” colori” . Però, …però ho pensato: se questa dieta contenesse la giornata ” in nero”, non sarebbe male: si potrebbe affrontare una 24 ore di cacao e cioccolato senza sensi di colpa, dicendosi ” è la dieta che è così! Pazienza” e via con lo spuntino… Scherzi a parte, mi è venuta l’idea di realizzare questo ” pudding”, la cui ricetta è a base di chia, un semino vegetale nero che un’altra diva appassionata di diete, Gwyneth Paltrow, ritiene essenziale per una salutare alimentazione. In effetti, non so se la chia abbia il decantato effetto sul colesterolo o prevenga problemi cardio-vascolari, ma ha senz’altro un forte potere addensante a crudo. Così propongo questo budino, che si fa in pochissimo tempo, senza cottura, e rappresenta per quelli che non mangiano glutine e latticini, una piacevolissima  pausa golosa o una colazione diversa e sfiziosa. Provare per credere IMG_4310

 Ingredienti :  25 grammi di semi di chia ( si trovano facilmente nei negozi bio e nei grandi supermercati), una tazza di latte vegetale ( mandorla, riso, nocciola) o del latte intero di mucca, 1 cucchiaino di aroma di vaniglia o una bustina di polvere di vaniglia, 1 cucchiaio di miele o altro dolcificante IMG_4306

Preparazione: 

Miscelare tutti gli ingredienti in un sottovuoto o un barattolo. Chiudere il coperchio e scuotere il contenitore con forza, in modo che il tutto si amalgami bene. Passare in frigo e dopo 10 minuti ripetere l’operazione di scuotimento. Quindi, lasciare il barattolo in frigo per almeno due ore. Io ho preparato il budino la sera per la mattina: d’altronde il porridge è la classica colazione anglosassone, da gustare sopratutto la domenica con calma e rilassamentoIMG_4308

Al momento di servire, versare in un piatto fondo o in una scodella e aggiungere frutta fresca a piacere. La mia scelta è caduta su kiwi e melograno : buon appetito IMG_4309

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...