Ghiacciolo ai frutti rossi ed ananas : dedicato alla mia amica invisibile

Non me ne sono quasi accorta, il tempo passa veloce, ma sono più di dieci giorni che non pubblico! Che cosa ho fatto tutto questo tempo? Sono stata in Belgio da mio nipote ed ho scoperto ed imparato molte cose. Per esempio, ho esplorato la spiaggia di Ostenda, in una calda  giornata di sole e mi sono pure abbronzata! Il mare del Nord, in realtà, mi ha sempre affascinata. Trovo meraviglioso questo senso dello spazio e dell’infinito che comunica la spiaggia, dorata e deserta, il silenzio delle onde, che arrivano quiete alla riva, le pozze di acqua lasciate dalla marea…naturalmente a patto che ci sia una giornata soleggiata! Guardate un po’: non male, anzi bello !IMG_3998Ho anche imparato molte più parole in francese, visto che il mio Pupo ormai è ” un esperto bilingue” e mi parla in continuazione: prima comunica in francese, poi mi guarda, ricorda che Nonnà ( con l’accento sulla a) è italiana e gentilmente traduce per me ed io mi faccio un sacco di risate. Parlando, parlando, mi ha confidato che ha un amico ” segreto”, visibile solo da lui, che si chiama Jacques e fa più o meno le stesse cose che fa lui, allo stesso momento. Classica fantasia dell’infanzia, mi sono detta, tutti abbiamo avuto un compagno immaginario. Anch’io, ancora adesso, ho un’amica invisibile, solo che non me la sono inventata, esiste davvero. Ha il mio stesso nome, ci siamo conosciute circa 20 anni fa, per telefono, quali mamme di ragazzi ” fuori sede”, che condividevano un appartamento a Roma. Da quella prima conversazione è nata una amicizia, ma in realtà ci siamo fisicamente incontrate un numero esiguo di volte, che si contano con le dita di una mano e forse avanza il mignolo! Però abbiamo continuato a sentirci ad un ritmo lento ed  incostante: abbiamo utilizzato il telefono, magari ad intervalli di anni tra una chiamata e l’altra. Devo proprio  ringraziarla, perché è lei che si attiva e si ricorda di ravvivare le nostre belle conversazioni ! Ora, condividiamo i nostri pensieri anche e sopratutto con WhatsApp, ed è tutto più facile, io so che la mia amica è dietro una tastiera ed è sempre pronta a conversare e  questa certezza mi rende felice.  Naturalmente ci siamo scambiate foto e ricette, ma oggi da Nonnà Anna a Nonna Anna, voglio proprio dedicarle questi ” sorbetti ” ai frutti rossi, cui ho dato una forma dal ghiacciolo con stecco, fatta apposta per piacere ai ragazzini. Il lavoro che richiedono è poca cosa rispetto al gusto e la soddisfazione che danno. Sicuramente Pupo, se potesse assaggiarli, mi direbbe Merci-Grazie Nonnà 🙂

Ingredienti :  gr.150 di frutti rossi, o fragole o altro a piacere, congelati o freschi,  gr 250 di ananas a dadini, una mezza banana matura, mezza lattina di latte di cocco e se si vuole un cucchiaio di miele, due cucchiaini da caffè   di farina di carruba per gelati

Preparazione : frullare nel robot o nel mixer i frutti rossi, in modo che diventino una crema ed aggiungere se si vuole il miele ed in ultimo un cucchiaino di carruba . Mettere da parte in frigo. Io ho preferito usare i frutti appena usciti dal congelatore, perché così la preparazione è più veloce.

IMG_3987

IMG_3988

Sciacquare la ciotola e fare la stessa operazione con la banana, l’ananas e la mezza lattina di latte di cocco, aggiungendo l’altro cucchiaino di addensante. A mio avviso, la banana dolcifica la crema e perciò non ho aggiunto miele.

IMG_3990

In uno stampo per ghiaccioli porre alla base la crema di frutti rossi e poi versare quella al latte di cocco
IMG_3992

Infilare lo stecco nella crema e conservare in frizer per almeno 4 ore , in modo che il gelato solidifichi.
IMG_3994

Trascorso il tempo, passare lo stampo sotto acqua calda e poi con delicatezza staccare i ghiaccioli : pronti per la merenda! IMG_3996

 

 

Annunci