Burgher di melanzane con formaggio di anacardi o ricotta :liberi di scegliere

Non capita molto spesso che chi mi segue scriva dei commenti o faccia richieste, ma quando succede mi faccio carico di rispondere o di dedicare una ricetta a chi ha manifestato qualche preferenza. E’ il caso della preparazione di oggi, nata da una osservazione molto gentile di una mia amica. A. mi chiede : quando la pubblichi una ricetta vegetariana? In realtà.appena letto il commento, in calce al post degli involtini di lattuga, sono rimasta un poco perplessa: il piatto mi sembrava allineato ai canoni del regime senza proteine animali, ma naturalmente aveva ragione la mia commentatrice! Avevo dimenticato che uno dei componenti del ripieno aveva avuto una piena vita ” animale”, si era forse divertito a saltare e giocare in acque atlantiche, prima di finire rinchiuso in una scatoletta da 120  grammi.  Allora, oggi, cerco il riscatto, non per il mio presente da onnivora( che non rinnego), ma per avere trascurato le esigenze di quelli che preferiscono un’altra alimentazione, facendo scelte selettive diverse dalle mie. Vorrei chiarire che nei termini che uso, ossia ” onnivoro” ” vegetariano”, ” vegano”e via dicendo ,  non metto o aggiungo né giudizio né scala di valori. Per me, ciascuno è libero di ” fare e mangiare ” quel che vuole, di scegliere questo o quel regime di vita. L’importante è non trasformare il cibo in un terreno di guerra, un luogo di scontro di ideologie, non fare la guerra applicare a questo o a quell’ingrediente, insomma non trasformarsi da cuochi a talebani. Detto questo,  mi è sembrato appropriato cucinare una classica preparazione ” carnivora” in versione veggie:  la mia scelta è caduta sull’hamburger, simbolo di fast food e cibo spazzatura. In realtà, anche io sono contraria a questa polpetta, ma solo come preparata e servita nelle catene di certi ristoranti pseudo-americani, per via degli ingredienti e dei condimenti con cui sono fatti e guarniti. E ne suggerisco due versioni: per chi è lacto-vegetariano e per chi è vegano. E, a conferma del principio di tolleranza e condivisone cui mi ispiro, preciso che la versione vegana è quella che preferisco, dato che è senza latticini e perciò a mio avviso molto, molto più digeribile.

Comincio con la ricetta del formaggio ” vegan”: la ricotta di anacardi

Occorrono grammi 250 di anacardi, 1/2 cucchiaino di sale marino, due cucchiaini di succo di limone.

Si deve preparare in anticipo, ma tutti coloro che praticano cucina vegan o crudissimo sanno che ci vuole un poco di programmazione!

In primo luogo mettere gli anacardi, che non devono essere né tostati, né salati in una ciotola, coprirli con acqua, possibilmente senza cloro, aggiungere il sale ed il limone e lasciare il tutto in ammollo per 7-8 ore.Ecco gli anacardi in ammollo IMG_3982

Trascorso il tempo, scolare gli anacardi, metterli nel vaso del robot da cucina o del minipimer e cominciare a frullare. Se del caso, aggiungere un poco di acqua per facilitare la frullatura. Proseguire fino ad avere una crema abbastanza omogenea e compatta. Mettere il composto in una ciotola e lasciarlo in frigo per alcune ore : fatto! una buona scorta da utilizzare in sostituzione del formaggio tradizionale.IMG_3985

Ora passiamo ai Burgher 

Ingredienti : due melanzane ( circa 250 grammi), due fette di pane raffermo, ( quello che si vede in foto è pane di grano saraceno, fatto da me, che non mangio glutine), un mazzetto di menta, olio, un cucchiaino di cumino in polvere o in semi, oppure un cucchiaino di semi di finocchio , sale, peperoncino,  e gr 200 circa di formaggio morbido, come la ricotta, oppure di formaggio vegetale di anacardi

IMG_3969 Preparazione 

Tagliare le melanzane e cuocerle per una decina di minuti in vaporiera fino a che sono morbide. In alternativa,  farle bollire in acqua salata fino a che sono morbide. Scolare e strizzare la polpa in modo che rilascino l’acqua . Quindi miscelare nel vaso del robot da cucina o usando il mini-pimer la polpa insieme alla mollica del pane, ammollata in poca acqua, miscelata ad un cucchiaio di olio, alla menta tagliuzzata, il sale,  il cumino ed un pizzico di peperoncino. In ultimo aggiungere la ricotta o il formaggio vegetale. Amalgamare  bene e lasciare riposare l’impasto in frigo per una mezz’ora

    IMG_3970

Trascorso il tempo, formare le polpette e schiacciarle leggermente. Passarle in poco pangrattato e disporle su una teglia ricoperta di carta forno. Infornare a170 gradi una quindicina di minuti o più , fino a che sono ben dorate IMG_3971

Eccole pronte IMG_3977 Servite con una semplicissima insalata verde arricchita da capperi IMG_3975

Annunci