Zuppa fredda di melanzane con tahina : è arrivato il caldo

Ieri ho sperimentato questa zuppa fredda, veloce e facile da fare, deliziosamente profumata con aromi mediterranei. Ecco come l’ho presentata a tavola: IMG_4024

Quanto è stato semplice prepararla, tanto è difficile decidere che volevo proprio questo piatto qui! A volte vengo presa da una indecisione, una incapacità assoluta di comprendere quello che voglio e di scegliere quello che più è adatto a me ed ai miei desideri. Entro nel dubbio, nel tentennamento, una specie di altalena tra diverse prospettive, che persino Amleto mi sussurrerebbe all’orecchio ” ma quanto la fai complicata…”. In breve, la mia indecisione è nata dal fatto che per ora seguo un regime a basso impatto glicemico : faccio un poco di dieta ” detox”, senza alcuna restrizione calorica, solo per disintossicare il mio organismo. Mi sono ritrovata a fari i conti con le conseguenze del viaggio in Cambogia, segnato  dalla mia curiosità ” gastronomica “, insomma da uno sfrenato prova questo e prova quello. Poi ci sono stati i miei mensili soggiorni in Belgio, con la voglia, che mi prende là,  di continuare la mia esplorazione dei loro formaggi e latticini vari, per non parlare delle creme dolci e salate. Conclusione: ho adottato un regime di disintossicazione, non ero proprio in forma. Quindi, niente innesti, anche saltuari, di latticini e glutine nella mia alimentazione. In pratica, verdure e proteine. Di per sé la cosa non mi dà alcun problema, perché con le verdure si possono fare una infinità di variazioni e piatti gustosi ed innovativi. Però, per tornare al mio ” dilemma”, ieri, con quello che c’era in casa, ossia due melanzane, in testa mi si è aperto il seguente dibattito: voglio qualcosa di freddo, perché fa già caldo, ma voglio qualcosa di sfizioso che non ho mai provato, anzi voglio un piatto che mi diamo morbidezza, che mi coccoli, che però sia ricco di nutrienti, ma leggero in proteine. Si sono affacciate in testa una serie di opzioni, la melanzana di per sé è così duttile. Sono stata davanti alle mie verdure per un po’, a vedere sfilare, in un immaginario tapis roulant, le più classiche preparazioni, ma nessuna aveva le 6 caratteristiche che corrispondevano al mio desiderio ed al tempo stesso non violavano il mio regime detox . Alla fine, ho trovato la mia strada: zuppa, perché coccola, bella fredda per combattere il clima, cremosa e profumata grazie alla tahina, appena un poco di yogurt greco e di latte di mandorla per rispettare la restrizione sui latticini. Ed il tutto è stato fatto in un tempo molto ma molto più breve di quello che ho impiegato per decidere!

Ingredienti: per un litro abbondante di zuppa: due melanzane medie, circa gr.500, due cipolle bianche, 1 limone grande,  2 cucchiai da tavola di yogurt greco e 1 cucchiaio da  tavola  di tahina ( ossia la crema di sesamo che si trova nei negozi bio o etnici) un cucchiaio abbondante di zatar, miscela di erbe libanese, sostituibile con origano miscelato a semi di sesamo, una lattina di pomodoro pelato a dadini ( gr.240 sgocciolato) e gr 200 di latte di mandorla non zuccherato.

IMG_4013

Preparazione:  

Tagliare a dadini le melanzane e sbucciare le cipolle. Stendere le verdure su una teglia, ricoperta da carta forma, salarle appena e irrorarle con un filo di olio. passare una ventina di minuti in forno caldo a 170, in modo che si cuociano.IMG_4017

Nel vaso del frullatore inserire le melanzane e le cipolle, aggiungere la tahina IMG_4020

 Lo yogurt ed il succo del limone,IMG_4018

un filo di olio, gli aromi scelti,  e poi dopo aver amalgamato il tutto, continuare aggiungendo il pomodoro con tutto il suo succo. Aggiungere il latte di mandorla che dà cremosità ed non essendo zuccherato non disturba ma anzi esalta il gusto Ecco la zuppa è pronta : metterla in frigo fino al momento di servirla, Volendo sulla superficie, prima di portarla a tavola, distribuire delle olive tagliuzzate ed un pizzico di erbe o sesamo. Buon appetito: IMG_4021

Annunci