Insalata energetica e gita nel tempo, dai Bronzi di Riace a Decathlon

Sabato ho viaggiato! Sono uscita di casa, alle sette del mattino, e sono rientrata a mezzanotte, stanca ma felice, come si diceva da bambini per concludere il tema di quarta elementare “Come hai passato le vacanze “ o “Racconta una bella giornata”! A prescindere dal piacere intrinseco del partire e da quello di stare in compagnia, c’erano tre motivi per mettermi in auto, destinazione “I Bronzi di Riace” a Reggio Calabria. La prima, e la più ovvia, era quella che i due “ omoni” non li avevo mai visti di presenza, solo alla televisione; la seconda era che nemmeno avevo mai visitato Reggio e la terza che non ero mai stata da Decathlon! E’ vero, che il mega- store è a Catania, ma mi sono convinta che da Messina era una passeggiata, tutta autostrada, insomma ho barato con la me saggia e avveduta pur di soddisfare la me “ curiosa”. Sono stata ricompensata: i due Bronzi di Riace sono di una bellezza da mozzare il fiato! Sono rimasta a guardarli a testa in su,per un buon quarto d’ora:  dominano dal loro piedistallo ed esprimono la consapevolezza di essere possenti, vigorosi, guerrieri invincibili, in una posa statica, che però lascia supporre che sono pronti allo scatto felino, a lanciare il grido che impaurisce il nemico, a sprigionare la loro forza, a farsi avanti ed a seminare il panico tra i nemici. Questo è almeno quello che ho pensato! Su Reggio sorvolo: ha degli scorci bellissimi, il mare a contatto con i palazzi del centro, ma sono stata troppo poco, in un orario di pausa pranzo, percià la città era inanimata e sonnolenta, come può essere una città del nostro Sud. E poi da “ Decathlon”! In vero. è il solito il mega centro commerciale , con il solito mega parcheggio, la solita mega folla, il solito iper-attivo commesso, la solita musica e le solite offerte speciali “ che non puoi mancare”, così che ti ritrovi il carrello pieno di cose che non ti servono! Ebbè, solito per altri, non per me che non c’ero mai stata. Mi sono comportata benissimo ( anzi malissimo per società che gestisce il negozio), dato che alla cassa ho presentato una maglietta ed una felpa, costo totale sotto venti euro , un vero e proprio record negativo rispetto agli altri clienti in fila con me alla cassa! Lo so, potrebbe sembrare che ho fatto il giro della Sicilia per due “ cosine”, ma non è così: sono passata attraverso il tempo, in contesti storici fra di loro diversi, il passato remoto, quello prossimo, il presente: la percezione che ho avuto è che in noi, abitanti di questo pianeta, tutto conviva facilmente, la bellezza, la bruttezza, il vecchio, il nuovo, accompagnati dalla perenne speranza di cambiare! Si, di cambiare, perchè altrimenti chi te lo farebbe fare di macinare Km, lasciare la tua confortevole casa e lanciarti nella giungla delle tute e degli attrezzi da fitness, se non avessi la serena convinzione che anche tu puoi avere come i “ Bronzi” quei muscoli strutturati e quelle spalle, larghe e possenti! Comunque, ieri, la domenica è servita per riprendermi ! Per questo, ho preparato un piatto unico, energetico ed antiossidante, con quello che avevo in casa, modificando in relazione agli ingredienti, una collaudata ricetta , una delle mie tante insalate vitaminiche. Questa volta la parte proteinica è data dal pesce, ed ancora una volta, mi è venuto in aiuto del merluzzo surgelato che opportunamente trattato da gusto ed energia.Cumino e zenzero sono di aiuto per la disintossicazione dopo feste e quindi per la nostra speranza di essere ” sempre in forma”.  Ecco quello che ho fatto.

Ingredienti : per 4 abbondanti porzioni: mezzo chilo di zucca gialla, con la buccia, quattro mazzetti piccoli di spinaci teneri, una decina di funghi champignon, gr. 300 di merluzzo surgelato, olio, aglio cumino, zenzero, limone, sale e pepe

Preparazione:

Togliere la buccia alla zucca, tagliarla a cubetti e passarla in vaporiera, lasciandola morbida ma non sfatta. Io ho usato la cottura al micro-onde ( 6 min potenza max).IMG_2003

Nel frattempo, lasciare andare in un padellino tre cucchiai di olio di olio con tre o 4 spicchi di aglio ed un cucchiaio grande di cumino in semi e fare rosolare il tutto qualche minuto in modo che l’olio diventi aromatico.IMG_2002

Una volta cotta la zucca, metterla in una ciotola, aggiungere l’olio, un pizzico di sale, pepe e lasciare marinare.IMG_2004

Nella stessa padella, versare altro olio, riscaldarlo ed aggiungere il pesce a pezzetti, o se è ancora surgelato, dividerlo a trancetti dopo la cottura. Il pesce va rosolato fino a che non diventa tenero e poi va irrorato con limone e un pezzetto di zenzero fresco grattuggiato al momento. Mescolare bene, continuare fino a cottura  e lasciare raffreddare.

IMG_2005In una grande ciotola ( io ho usato un vassoio di ceramica) spezzettare le sole foglie delle spinaci, levando loro i gambi, come se si trattasse di comune insalata.IMG_2009

Aggiungere la zucca con tutto il suo condimentoIMG_2010

distribuire sopra la zucca i funghetti tagliati a fettine sottiliIMG_2013

 ed in ultimo il pesce, con tutto il condimento rimasto nella padella.

Ecco la insalata:IMG_2016

Una volta a tavola , mescolare bene, in modo che tutto sia amalgamato e servireIMG_2017

Annunci