Riso nero e carote all’arancia

I cibi come ti possono far star male, così ti possono aiutare a superare i momenti difficili. Non mi riferisco solo ai c. d confort food, quelli cui fai ricorso quando sei triste o stanco, tipo dolci e cioccolato. A ben pensarci, queste delizie ti uccidono, perché magari non sai fermarti e ne abusi, sempre convinta che così ti consoli e che lo fai per il tuo bene! Ci sono cibi e sopratutto erbe ed aromi che possono aiutarti nei momenti in cui ti senti intossicato e hai difficoltà di digestione, o soltanto sei in calo di energia. Insomma, come dicevano gli antichi, non medicina ma dieta in bianco! Oppure in nero, come la preparazione che oggi propongo: l’importante è che sia riso, in questo caso una varietà di riso integrale, che ha un forte potere calmante sulla digestione, incrementato dal rosmarino e dai semi di finocchio, che aromatizzano la cottura. Mi sono ricordata di questa ricetta, che ho trovato anni fa sulla rivista “Cucina Italiana” e che ho modificato aggiungendo le verdure, perchè questa mattina, dopo la sera al ristorante, il risveglio non è stato proprio felice. Io adoro mangiare fuori casa, mi piace provare nuovi piatti, mi piace quando  c’è cura, anche estetica, nella preparazione delle portate, quando la tavola è ben apparecchiata, insomma la serata me la godo tutta, non solo per quello che si mangia. Per questo, il ristorante lo giudico due volte: la prima a caldo, appena finita la cena, per l’impressione generale che mi ha fatto e la seconda volta l’indomani, perchè se al risveglio ho mal di testa, vuol dire che qualcosa non è andato bene. Però perdono subito il cuoco o il ristoratore: ed a volte concedo una seconda chance, per il principio che non si può  essere certi che l’oste ti ha avvelenato, magari sei tu che comunque non stai bene. Mi sono, dunque, consolata, per la mattina andata storta, con questo riso, cui ho aggiunto le carote per dare un tono cromatico che faccia allegria e così confort e salute si sono dati la mano.

IMG_0608Ingredienti: per una porzione:   80 gr di riso a persona , due carote , 5 o sei semi di finocchio , un rametto di rosmarino, due cucchiai di burro chiarificato o di olio,  sale, un’arancia non trattata .

preparazione. far rosolare un cucchiaio di olio o burro in un tegame, aggiungere il riso e lasciarlo tostare alcuni minuti. Quindi coprire il riso con 240 gr di acqua calda, salata leggermente, e unire all’acqua i semi di finocchio; coprire con un coperchio e lasciare cuocere, senza rimestare, per circa 20 minuti; a questo punto aggiungere un trito di rosmarino e un cucchiaio di  scorza grattugiata dell’arancia. Continuare la cottura per altri 20-25 minuti : il riso nero, essendo integrale, prende molto tempo ed è ben cotto quando ha assorbito tutta l’acqua. Se è asciutto ma non giunto a cottura, aggiungere altra acqua calda, come per il risotto, ossia poco alla volta, aspettando che venga assorbita. Nel frattempo, pulire le carote, tagliarle a rondelle e cuocerle o a vapore o in poca acqua. Quando sono tenere e non sfatte, scolarle e condirle con un cucchiaio di burro o olio ed il succo della arancia. Quindi, comporre il riso nel piatto e condire con le carote aromatizzate, aggiungendo se si vuole altro rosmarino.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...