Polpette ” asian style con contorno di biete all’ aglio, zenzero e limone

Cucù! Sono tornata! Forse sbaglio ad usare il verbo tornare, perché se ” fisicamente “sono a casa, in realtà con la testa sono ancora là, le immagini mi si affollano nella memoria, sento suoni, odori, sensazioni, percepisco quei colori così vividi, quelle atmosfere così distanti dal nostro modo di vivere, dominato dal caos e dalla fretta, mentre laggiù tutto ha un ritmo più lento e sereno. Magia dell’Oriente, qualcosa che ti rimane dentro, una sottile nostalgia  che ti spinge a ripetere il viaggio. Insomma, per  me è così, questa parte del mondo mi attira moltissimo, ci ritorno sempre volentieri, non sono mai rimasta delusa o scontenta per quello che ho fatto, visto, assaporato. Anche se questa volta, a pensarci bene, un filino di scontento l’ho percepito, per colpa di un’alba deludente ad Angkor Wat, il famoso sito archeologico. Tutti i turisti che si rispettino fanno una levataccia, si appostano per circa una buona ora di appostamento davanti al più famoso dei templi, in attesa che  il sole, sorgendo illumini il laghetto prospiciente il sito e si diffonda una suggestiva luce dorata. Tutto era pronto: il laghetto con i suoi bravi fiori acquaticiIMG_3641

 La folla, assiepata, con le macchine fotografiche preparate, con tanto di flesh, cavalletti e altri ammennicoli :IMG_3643

Invece del sole è apparsa una bella e spessa nuvolaglia. Addio alla scena suggestiva, niente foto ” eclatante”, nessun contrasto tra ombre e raggi luminosi. Il sito è rimasto avvolto in una luce cinerina, che tutto sommato gli ha conferito un aspetto  romantico e misterioso, con buona pace per chi già pensava di poter fare la ” foto dell’anno”IMG_3640

Colpa del meteo che ha rovinato una scenografia perfetta! Ed a me ha impedito di soddisfare un desiderio: infatti era l’occasione unica ed imperdibile per gridare alla vista del sole ” Ecce Bombo” come nel film di Nanni Moretti! Quale posto migliore di questo, anonima in mezzo agli anonimi, per soddisfare una voglia che mi porto dietro da anni! Invece è andata così, un’alba senza lode e senza infamia, che non incide più di tanto sul bilancio più che positivo del mio tour, che mi ha regalato tutto quello che volevo: natura, bellezza, nuove  amicizie e ovviamente scoperta sui luoghi di una stupenda tradizione culinaria. Così al ritorno, subito all’opera con la profumatissima cucina cambogiana: evidentemente, mi sono solo inspirata, i loro sapori sono irripetibili. Da cuoca “occidentale” mi sono limitata ad imitare .Ho preparato queste mie polpette ” asian style”, abbondando con zenzero, aglio e limone, tre aromi che ” in sinergia” si esaltano , armonizzandosi. L’aglio, sopratutto, si smorza e si fonde, in maniera tale da non disturbare le note acide del limone e quelle aspre dello zenzero. Le biete,  dal gusto leggermente dolciastro, costituisce la base ideale per accogliere  il condimento e dare un  tono speciale a delle semplici polpette. Ecco qui il piatto, pronto per la tavola :

IMG_3731

Ed ecco come si fa:

Ingredienti : 250 gr di carne di manzo tritata, amido di tapioca o farina, salsa di pesce, 3 cipollotti verdi, un pezzetto di zenzero ( cm 5) , due limoni piccoli, 2 spicchi grandi di aglio sale e pepe, olio di oliva e semi di sesamo.

Preparazione : accendere il forno a 170 gradi. In una ciotola, riunire la carne, condirla con sale, pepe e un filo di olio ed aggiungere un cucchiaio di amido o di farina. Miscelare fino ad avere un composto omogeneo e formare delle polpette tonde e piccole.IMG_3728

Mettere le polpette in  una pirofila, unta con poco olio, e condirle con metà dello zenzero, grattugiato o tagliato a filettini, le zeste ed il succo  di un limone ed una spolverata di semi di sesamo.IMG_3729

Infornare e lasciare cuocere le polpette finchè diventano dorate. Bastano dai 15 ai 20 minuti. Nel frattempo, pulire le bietole e spezzettarle. Tagliare a rondelle sottili i cipollotti, i due spicchi di aglio, e a filetti lo zenzero.IMG_3725

In un ampio tegame, rosolare in olio caldo gli aromi per 5 minuti, poi unire le biete ed un cucchiaio di salsa di pesce ( si trova nei negozi etnici).IMG_3727

Mescolare a fuoco vivo, cuocere per 5 minuti, e poi aggiungere 5 cucchiai da tavola di acqua calda. Portare a cottura la verdura, lasciandola però un po’croccante

Riunire in un piatto le biete e le polpette e subito …A TavolaaaaaIMG_3733

Annunci

One thought on “Polpette ” asian style con contorno di biete all’ aglio, zenzero e limone”

I commenti sono chiusi.