Panna Cotta in giallo con salsa dolce all’arancia

Tempo di festa, tempo di dolci! Qui in Italia abbiamo una specialità tradizionale per ogni occasione, per ogni tipo di celebrazione, per ogni stagione e non saprei proprio dire quale sia il dolce nazionale  preferito. Posso dire qual’è quello made in Italy più amato all’estero: è il Tiramisù, seguito nella classifica dalla  Panna cotta. In qualsiasi ristorante voi andiate a Berlino come a New York o a Mumbai, nella lista del dessert ne troverete una versione o classica o come si dice adesso ” rivisitata”, vi verranno serviti in forma classica, a  mattonella,  o ve lo troverete in coppa, in  bicchiere, in guscio di cioccolato e così via. In Belgio, ho fatto parte di un team di ” mamme italiane”, reclutate da una multinazionale per pubblicizzare prodotti caseari italiani. Ho creato (insomma forse la parola è troppo grossa ), ho realizzato cinque o sei piatti. Naturalmente non c’erano nè Tiramisù nè Panna Cotta e alla domanda su come mai non li avessi fatti, ho risposto che in Italia ormai non li preparava più nessuno e nessuno li mangiava più! Una vile menzogna, che mi è venuta fuori d’istinto, per difendere le mie scelte, una giustificazione falsa che nascondeva la realtà! Perchè  dopo il boom degli anni 80, quando si è cominciato ad apprezzare per tutto lo Stivale queste due ricette, originarie del Nord, ancora si ricorre a loro per concludere un pranzo o cena ed anch’io l’ho fatto, proprio in questi giorni di festa con una ennesima versione di Panna Cotta. Questo ” dolce” ha la caratteristica di poter essere preparato ” alla velocità della luce”, veramente in pochi minuti, si presta a ” mutazioni” di sapore ed aromi, è eccellente per accompagnare in versione ” piccola” il caffè ed il liquore di fine pasto, perché crea un giusto contrasto finale  tra il dolce e l’ amaro del caffè, o l’ aromatico dell’alcolico. Quindi, per questa Pasqua, ecco la mia versione in giallo, con  profumo di agrumi che, grazie anche alla salsa, contrastano piacevolmente il  sapore forte dello zafferano . Il tutto non impegna più di 20 minuti:

Ingredienti ( dosi per 4, ma nelle foto si vede la versione per due):panna liquida fresca gr 400, zucchero gr.100, un foglio di colla di pesce da gr.10 o gr 6 di agra-agar, una bustina di vanillina. una di zafferano, acqua di fiori di arancio, marmellata di arancia e liquore dolce o vino bianco o succo di frutta

Preparazione:se si usa il foglio di colla di pesce, metterlo in un piatto fondo, coprirlo con acqua fredda e lasciarlo in ammollo.IMG_2596

Nel frattempo, in un tegamino mescolare la panna con lo zucchero, la vanillina, la bustina di zafferano  e lasciare riscaldare il tutto, senza fare bollire e rimescolando in continuazione. Bastano 10 minuti; togliere il foglio di gelatina dall’ammollo, strizzarlo con la mano e metterlo dentro la panna e continuare a  mescolare in modo che si sciolga completamente. Chi usa la polvere di agar, versarla sul liquido, lasciarla dissolvere, mescolando, e fare cuocere ancora a fuoco bassissimo per 5 minuti.

Spennellare uno stampo piccolo o degli stampini con l’acqua di fiori di arancio: si crea un film di liquido che impedisce alla panna di attaccarsi  ed al tempo stesso profuma il dolce.IMG_2598

Versare la crema nello stampo e metterlo in frigo, finchè la crema diventa soda. IMG_2599

Prima di servire, per la salsa, scaldare due o tre cucchiai di marmellata, in un tegamino, con altrettanti cucchiai di liquido ( vino, liquore o succo) , mescolare fino a che non si ottiene una crema amalgamata ( due o tre minuti ed è fatto!) IMG_2600

Sformare la crema, contornare con la salsa e portare in tavola!

IMG_2602

Annunci