Insalata detox di primavera e c’è tempo e tempo

Sono in fase di riorganizzazione. Cioè, non sono più la nonna a tempo pieno che bada a Pupo dalle 8 alle 18, ma la mattina sono libera e nel primo pomeriggio me lo vado a prendere all’asilo, dove sta contento, però appena arrivo mi fa dei sorrisi che dimostrano che è più contento che me lo prenda e lo riporti a casa. Molto normale, insomma,  ma per me è iniziato un nuovo ciclo, o almeno così credevo: con la mezza giornata a disposizione, ero convinta di fare questo e quello, quasi quasi stavo preparando la solita lista di cose da realizzare ed ero pronta, con la matita in mano,  a mettere la spunta accanto ai progetti ( parola un pò esagerata, forse alle idee è meglio) via via realizzati. Sono stata presa, in questi primi giorni, da una magia meravigliosa, quella del lasciar andare il tempo, senza concludere nulla, complice anche la nuova Ipad mini, che mi ha affascinato e che naturalmente mi prende tempo, dato che non sono un genio dell’informatica! Anzi, in considerazione dei pasticci che sono in grado di combinare, mio figlio, il grande, mi consigliava di scrivere un libro ” Apple for dummies” , in cui spiegare come si possano fare sparire applicazioni, pagine, immagini e ritrovarle misterosiamente e magicamente, senza sapere quale azione si è fatta, nè in andata nè in ritorno. Dunque, tornando al tempo che scorre da solo, non è un elogio alla pigrizia, è solo l’accettazione del momento che viene e credo che sia un dono della mia età o meglio del mio stato di ” pensionata”, che dà lo spazio necessario per dedicarsi a se stessi ed ai propri interessi. E così il Kronos, il tempo scandito dall’orologio, quello oggettivo degli strumenti umani, è diventato Kairos tempo personale vissuto, ed è una alchimia meravigliosa! Il tutto a scapito della cucina, per cui ieri, mi sono ritrovata a mezzogiorno, in un bistrot, ad ordinare in tutta fretta una insalata, con la paura di essere in ritardo per l’appuntamento con Pupo. Mi è stata portata una insalata, piena di tutto( formaggio, pancetta, uova e verdure) così enorme che non l’ho potuta fotografare: secondo me, non entrava nell’obbiettivo del telefonino. Però era squisita! Conclusione scontata: a cena solo una mia insalatina ” detox” di cui dò adesso la ricetta, riservandomi di reinterpretare in modo light la ” salade avec lardons”, gustata ieri, e dedicando quella odierna a tutti coloro che sono, o desiderano essere in pensione, con l’augurio di lasciare il tempo scandito dagli altri e di entrare nel tempo per sè. IMG_0479

Preparazione: l’insalata è composta da indivia belga tagliate a striscie, avocado tagliato a dadini, zucchine crude taglate a fiammifero ed insalatina primaverile mista. Comporre le verdure nel piatto ed aggiungere gli spicchi di mezzo pompelmo rosa, pelati a vivo. Per il condimento, in una ciotola sbattere un cucchiaino di senape, con sale e pepe, un cucchiaio scarso di olio e due cucchiai di vino bianco e se si vuole un pò di erbe aromatiche. Io ho usato un misto erbe di Provenza, che si trova già fatto anche in Italia. Miscelare il tutto e condire. Il vino rende il condimento molto leggero e meno acido, così da legarsi all’aspro del pompelmo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...