Carciofi bolliti con salsa al limone: sempre fast-food siciliano è !

Sono a Brussels dopo la lunghissima estate siciliana, qui fa un freddo boia e si respira aria di Natale ! Oggi pubblico un post che ho realizzato prima di partire : mi è difficile, anzi quasi impossibile, da ospite, dedicarmi alla cucina con foto e dettagliate spiegazioni. Si tratta di una preparazione, semplice e veloce di una cucina “ mista”, italo-belga: carciofi bolliti in salsa cremosa. Mi è venuta la voglia di farli, dopo una lunga passeggiata che alcuni giorni prima del mio volo, ho fatto in uno dei quartieri più popolari di Palermo, la Zisa. Erano anni che non percorrevo quelle strade, tutto intorno il castello della Zisa, la piazza Principe di Camporeale, il Viale Regina Margherita, la parte alta e finale di “ Corso Olivuzza”, Via dei Normanni, Via L’Emiro e così via. Eppure sono i luoghi dove sono nata, ho abitato quando ero bambina, sono andata a scuola: quello era il mio quartiere, mi piaceva moltissimo, perchè pieno di vita, composto da viuzze popolari e chiassose, alternate a strade signorili e silenziose, botteghe di ogni genere nelle vie principali e artigiani laboriosi in quelle secondarie, c’era una atmosfera da piccolo paese , i bambini giocavano sui marciapiedi, le donne uscivano dai bassi e mettevano le sedie davanti alle porte, per chiacchierare o per cucire, ogni tanto si sentivano litigi, ma per lo più erano chiacchiere e risate! E tale è rimasto questo mio ex-quartiere, pur se con naturali ed ovvi adattamenti dovuti alle nuove tecnologie ed all’impulso consumistico di questi ultimi 40anni. Ora si sente la televisione, invece della radi, e le auto hanno preso il posto delle sedie,  stanno davanti casa, magari con le ruote sul marciapiede. Ma l’atmosfera che si respira è sempre quella, un mix piccolo borghese-operario, come se il tessuto sociale, altrove disgregato, qui abbia trovato armonia e resistenza, preservando gli antichi mestieri, le piccole botteghe di alimentari, le grandi esposizioni di frutta e verdura per strada, mercerie e negozi di tessuti, cartolerie e bettole, altrove scomparse. Così, di ritorno, sosta per il mio rifornimento di fast-food dal fruttivendolo: cipolla arrosto, patate bollite per l’insalata e due bei carciofi già cotti da mangiare, foglia per foglia ! Dunque una seconda puntata dedicata alla cucina “ pronta”. Però, anzichè preparare il classico pinzimonio, ho fatto questa salsa, molto in uso in Belgio proprio per i carciofi. Non ho alcun senso di colpa per questa “ contaminazione” di un cibo altrimenti semplici e popolare. In fondo, faccio come i Monsù, che attingendo anche alla loro tradizione, hanno creato quell’affascinante miscuglio “ franco-siculo” che ancora portiamo sulle nostre tavole. E’ un pinzimonio un poco più sostanzioso dell’olio e sale, che si usa da noi, ma sempre fast food siciliano è! Perché e’ solo da noi che i carciofi si vendono belli e pronti !

Ingredienti per due carciofi bolliti: 2 uova sode, un cucchiaio da tavola di senape, poco olio, sale e pepe, un cucchiaio di panna o yogurt e se gradito uno spicchio d’aglio spremuto o finemente tritato, due cucchiai di  succo di limone.

Preparazione : sgusciare le uova, mettere da parte il bianco e  schiacciare i soli tuorli con il minipimer, o con una forchetta,  con la senape, lo  yogurt e poco olio,l’aglio, sale e pepe ed il limone. Si deve ottenere una crema morbida ed omogenea. Sistemare la crema nella ciotola e portare in tavola. Più fast di così 🙂  

 

IMG_3328
Annunci