Riso alla cantonese

Comincio subito con scusarmi: ho cambiato piattaforma web e sono stati cancellati gli indirizzi email di tutti, ma proprio tutti, quelli che erano inscritti e ricevevano automaticamente le nuove ricette appena pubblicate. Mi dispiace, ma non riesco a recuperare né nomi né indirizzi. Per ricevere la email, è necessaria perciò la collaborazione degli ex inscritti che devono per piacere  iscriversi nuovamente . Basta cliccare sul bottone che si trova nel sito in  basso a destra con scritto “inscriviti”. Grazie 
In effetti, lo sbarco su questo nuovo sistema è stato traumatico anche per me : mi sono ritrovata dinanzi ad una serie di opzioni di scrittura e di composizione che all’inizio mi hanno ” paralizzata, confusa, spazientita e incavolata ” . Ma si sa il rapporto sul web non è sempre facile, specie, se come me, non hai la più pallida idea di come la ” cosa” funzioni. Alla fine ho cominciato a capire qualche mossa e devo dire che ora sono tornata a divertirmi mentre scrivo. Però non chiedetemi come si fa , vado per esperimenti ed intuizioni, in fondo non c’è molta differenza con la cucina. Un tegame,  un po’ di ingredienti, qualche ricordo e qualche desiderio, assembli il tutto ed è fatto. Proprio come in questa ricetta, nata con quello che c’è tra frigo e dispensa .IMG_4734

La preparazione del riso alla cinese apparentemente sembra laboriosa, mentre invece è una preparazione veloce, che non comporta un grande impegno. Diversamente da quanto si crede ,non è necessario ” sporcare ” tegami e tegamini per realizzarla, anche se gli ingredienti vanno cotti dapprima separatamente e poi fritti insieme al riso. In realtà basta una sola padella, meglio ancora se si ha la cd work, perché dopo ogni cottura non occorre affatto pulire il tegame. Nel mio caso poi, piselli e riso erano  avanzati dal giorno prima ed il resto è venuto da sé

Ingredienti : per 4 abbondanti porzioni occorrono gr 240 di riso, gr di 250 piselli già sbucciati ( calcolare gr 800 di piselli con il baccello) o surgelati , prosciutto cotto a dadi una confezione , olio, 3 uova, 3 cipollati piccoli, sale, pepe, salsa di soia, salsa di pesce ( facoltativa)

Procedimento

  • tritare finemente un cipollotto e rosolarlo con un filo di olio. Aggiungere i piselli e farli insaporire 10 minuti nel soffritto. Quindi coprirli con duo tre cucchiai di acqua e lasciarli cuocere un’altra decina di minuti . Diventeranno teneri ma sodi
  • Bollire il riso in 400 gr di acqua salata per una decina di minuti o poco più, in modo che assorba l’acqua ma resti al dente
  • Nel frattempo sbattere le uova come per frittata, con due cucchiai di latte , sale e pepe. Ungere la padella e versare la crema di uova e farla rapprendere. Passare la frittata su un piatto e tagliarla a pezzetti. Non occorre che siano uniformi IMG_4723
  • Nella stessa padella   versare un filo di olio,  unire i due rimanenti cipollati tritati ed  i dadini di prosciutto, rosolare fino a che siano ben dorati e poi aggiungere i piselli
  • Dopo circa 6 minuti aggiungere il riso e mescolare il tutto con frequenza in modo che il riso prenda colore. Nel frattempo in una ciotola, miscelare un cucchiaio di salsa di soia, un filo di olio e se gradita mezzo cucchiaio di salsa di pesce . Continuare la rosolatura per alcuni minuti ed in ultimo aggiungere i pezzetti di frittata, dando un’ultima mescolata

     

  •  Ecco fatto ! Il riso è pronto, guarnito da  prezzemolo tritato.    . IMG_4728

Servire subito, ma si può conservare e riscaldare

IMG_4735

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...