Polpette croccanti con feta, uvetta e avena

Oggi Pranzo leggero! Polpette di formaggio ed avena, in modo che la sapidità della feta sia addolcita ed esaltata dalla croccantenza  della  panatura di avena . Questa ricetta si aggiunge a tutte le altre ” polpette” che nella mia vita culinaria ho preparato, gustato e condiviso. In effetti, pasta cliccare sulla icona “search “del blog per visualizzare un numero consistente di ricette a tema ” polpetta”: se ne trovano alla carne , in stile asiatico, di pesce, vegetariane e così via . Ora  aggiungo questa versione vegetariana , semplice e veloce da realizzare. Le consiglio anche  come antipasto o per l’aperitivo, ma comunque valgono anche per un pranzo soddisfacente

Ingredienti: per una porzione abbondante: 100 grammi di feta, qualche pomodorino, 1 un uovo, fiocchi di avena , 10 gr di uvetta ammollata,  un cucchiaio di prezzemolo tritato, olio , sale e se gradito peperoncino o pepe nero

IMG_2837_1

Procedimento : 

Mettere nel vaso del mixer un uovo, la feta sbriciolata, peperoncino e poco sale . Frullare sino ad avere un composto omogeneo . Aggiungere il prezzemolo  e la uvetta e mescolare il tutto con un cucchiaio .

Versare in un piatto i fiocchi di avena, prendere un poco di composto con le mani, formare una polpetta leggermente schiacciata e passarla sui fiocchi in modo da rivestirla  uniformemente

IMG_2841_5

Mettere le polpette, man mano che sono pronte, su una teglia ricoperta da carta forno, irrorare con un filo di olio e passare in forno caldo a 170 per una ventina di minuti e comunque fino a che non sono dorate.

Lasciare raffreddare e servire con un contorno di pomodorini tagliati in due e conditi con olio e sale

IMG_2854

 

Annunci

Insalata di lenticchie, pompelmo e finocchi

Questa primavera anzi  ” non primavera” , dato che fa brutto tempo, piove e tira vento, non ho voglia di cucinare. Faccio il minimo, i miei pasti sono monotoni e ripetitivi. Vado a fettine di carne ai ferri, riso in bianco, pesce in padella,  verdura lessa e insalata cruda Niente di speciale. Ma oggi mi sono sentita di nuovo in vena , ho ripreso la via dei fornelli, anche grazie ad una ricetta,quella che propongo. L’ho trovata su una rivista dedicata ai vegetariani. Anche se mangio di tutto, seguo spesso queste pubblicazioni “veg” :  sono fantasiose e generalmente propongono piatti facili e veloci da fare. E comunque le ricette sono sempre abbastanza calibrate, in modo che chi si astiene dalle proteine animali trovi un adeguato apporto di calorie e di nutrienti . Quella che propongo  utilizza un abbinamento tra verdure, legumi e frutta, che detto così può suscitare perplessità . Invece il risultato è delizioso e se si usano delle lenticchie rimaste o anche delle lenticchie in scatola, il piatto sarà pronto con poche mosse . Perfetto per me  e la mia pigrizia primaverile

Ingredienti per due porzioni : 200 gr di lenticchie già cotte, mezzo pompelmo , un finocchio, succo di mela, olio, sale e pepe e aceto bianco

IMG_2816

Procedimento : 

Scolare le lenticchie e aggiungere un cucchiaio abbondante di succo di mela, sale e pepe, mescolando bene Pulire il finocchio, dividerlo in due parti e ricavare delle fettine sottile dalla polpa. Tritare finemente il ciuffetto verde. Qundi ridurre a fettine sottili il finocchio.

IMG_2818

Sbucciare il pompelmo, e separare gli spicchi, incidendo con un coltello affilato la membrana  che li riveste . Nel farlo, raccogliere il succo che cola, in una ciotola posta sotto gli spicchi. Aggiungere al succo raccolto  un cucchiaio abbondante di olio, uno di succo di mela  il succo, uno di aceto e sbattere bene il tutto . Aggiustare di sale e di pepe

IMG_2819

In una insalatiera unire le lenticchie al finocchio e condire con il dressing appena fatto , mescolare il tutto, distribuire gli spicchi di pompelmo ed il ” verde” del finocchio. Lasciare riposare l’insalata per cinque minuti e poi a tavola

IMG_2824

 

Carciofi, Feta e Vinaigrette alle olive

A Pasquetta la tradizione vuole che si vada all’aria aperta con gli amici : non importa che sia un parco, ci si accontenta anche di un giardinetto o di uno terrazzo . L’importante è che sia rispettata la tradizione: il  piatto principale è la ” pasta al forno”  , seguita da fave crude, salumi e ogni tipo di carne da cuocere alla brace. E naturalmente carciofi da cuocere sotto la cenere. Ma i carciofi si prestano ad un migliaio di altre ricette: tra tutte oggi ho scelto di non cuocerli, ma di mangiarli crudi , protagonisti di bella insalata, veloce da fare ed molto molto gustosa. Merito dell’abbinamento con le olive e della feta.

Bastano solo 4 passaggi per realizzarla : l’ideale per chi ha fretta o per chi vuole realizzare un antipasto leggero o per chi come me ama la feta e le verdure crude.

 Ingredienti per due porzioni di insalata : due carciofi grandi, 125 grammi di Feta, una decina di olive nere denocciolate, 2 limoni, 2 cucchiai da tavola di olio di oliva, sale, pepe.

Per la vinegrette: 1 cucchiaino di patè di olive, 1 cucchiai da tavola di succo di limone, 1 cucchiaino di aceto, 2 cucchiai da tavola di olio

IMG_2772_1

Tempo di realizzazione : 20 min.

Spremere i limoni e versarne il succo in un piatto fondo. Pulire i carciofi, eliminando il torsolo e le foglie più dure, fino ad arrivare alle foglie più tenere. Tagliare con un coltello le foglie in alto per eliminare le spine. Quindi o con la mandolini o con un coltello affilato ridurre ciascun carciofo in sottili fettine e metterle nel piatto fondo. Mescolare accuratamente per farle impregnare.  Riunire in una ciotola gli ingredienti della salsa di condimento, miscelare il tutto con una forchetta in modo che sia fluida

IMG_2776

L’insalata è pronta: sgocciolare i carciofi, metterò in un capace piatto, condirli con olio, sale e pepe .Quindi distribuire sulla sua superficie la feta a dadi e le olive .

IMG_2781

A tavola irrorare con la vinaigrette alle olive e mescolare

IMG_2783

Spiedini di tonno impanati e infornati: molto gusto, poche calorie !

Oggi pubblico una delle mie ricette ” molto gusto, poche calorie”. In parole povere, piatti che siano a basso impatto calorico e che possano soddisfare il palato e saziare gradevolmente. In previsione del Natale, un piccolo regime ” detox” è una saggia misura preventiva in modo da arrivare alla fatidica vigilia, cioè allo inizio delle ” grande abbuffata”  con il fegato meno affaticato e l’animo più tranquillo . Come dirsi: ho lavorato bene per me stessa ed ora mi posso godermi queste feste! La richiesta della indicazione di qualche ricetta a basso impatto calorico è stata fatta da una mia preziosa amica e la accontento volentieri! Non è molto lavorata, ha una cottura veloce e se accompagnata da una bella insalata da una splendida sensazione di soddisfazione ! Che poi è quello che consente di mantenere a lungo un regime alimentare.

IMG_2447

Per due persone : gr 25 di tonno in trancio, pangrattato, un mazzetto di prezzemolo, 2 spicchi di aglio, 1 foglia di alloro, 1 limone, olio EVO, sale e pepe

Tagliare il trancio di tonno in fette spesse di circa 2-3 cm. e poi a dadi. Versare in una ciotola uno-due  cucchiai di olio, uno spicchio di aglio schiacciato, il succo di un limone, 1 foglia di alloro e pepe a piacere . Miscelare bene il tutto e unire al condimento il pesce .Coprire il piatto con la pellicola alimentare e lasciare una ora in frigo.IMG_2437IMG_2439

 Nel frattempo, miscelare due o tre cucciai di pangrattato con il prezzemolo  e il rimanente aglio, ben tritati . Consiglio di passare il tutto  con un ” minipimer” o un frullatore, in modo che l’operazione non duri  più di pochi minuti

IMG_2440

Trascorso il tempo della marginatura del pesce, rotolare i dadi dei pesce  nel composto , IMG_2442Formare gli spiedini e irrorarli con l’olio rimasto. Ripassarli nel mix di pane e verdure  in modo che la panatura sia ben aderente

.IMG_2444

Ora mettere la teglia al forno caldo a 170 per circa 10 minuti. I dadi devono essere cotti ma non asciutti. Fatto, in tavola accompagnato da carote e sedano in insalata

IMG_2447

lasagne verdi con ricotta e pomodorini : senza cottura, con molto gusto

Estate: aumentano i gradi, e  superata la soglia dei 30,  diminuisce la voglia di cucinare. Quindi, niente pietanzine complesse , niente super condimenti a base di soffritti, niente croccranti fritture, niente arrosti al forno : ognuna di queste scelte culinarie  comporta un ulteriore innalzamento della temperatura, mette a dura prova la propria resistenza fisica e per di più ” ingrassa”, il che in tempo di estate, mare , costume , è decisamente da evitare. In questo periodo, mi piace molto utilizzare solo ingredienti a crudo: la ” cucina senza fornelli ” è facilissima da fare, non stanca, gli alimenti, non sottoposti alla cottura, mantengono più  proprietà e gusto. Allora via libera al Gaspacio ( clicca qui per la ricetta)

o alle terrine di carote ( clicca qui per la ricetta ) ,

alle insalate ricche come quella Greca ( clicca qui per la ricetta)

Oggi è domenica : di solito il pranzo tradizionale prevede ” lasagne”, ma bisogna essere eroici per affrontare la cottura del ragù e tutte le successive operazione per ottenere una bella teglia.

La ricetta che propongo è invece a crudo, extra leggera e assolutamente fresca. Nulla a che vedere con il classico pasticcio, dato che è a base di zucchine. Però è buona, gustosa e facile: una bella alternativa  vegetale e si fa così

Ingredienti: per due persone una zucchina di media grandezza, un vasetto di ricotta da 100 grammi, pomodorini , sale, pepe , olio, un cucchiaio di pesto di basilico o di pistacchio

Preparazione : 

Lavare la zucchina e con un affetta-tartufi o un coltello bel affilato, ricavare dalla zucchina delle fette sottili . Tagliare a dadini il pomodorino

In una pirofila distendere prima le fette di zucchina,  distribuire sopra metà della ricotta, aggiungere i pomodorini e quale e là dei ciuffetti di pesto

Aggiungere un secondo strato di verdura e ricotta e spolverare con sale e pepe. In ultimo passare sulla lasagna un filo di olio e lasciare riposare in frigo almeno una mezz’ora o fino al momento di servire

IMG_5480

 

Riso rosso al pesto profumato di spinaci e rucola

Il pesto in cucina è una splendida risorsa! ne tengo sempre un vasetto in frigo, è una specie di SOS -cucina , perché quando non hai fantasia o quando molto più prosaicamente non hai niente a casa, una pasta o un piatto di riso riesci sempre ad arrangiarli.

Invece quello di oggi  è  un pesto che appartiene alla categoria ” come mi condisco il riso con quello che c’è! “, nel senso che mi sono trovata davanti alla mia fame senza aver fatto la spesa. Nel  mio frigo non c’era quasi niente, solo qualche verdura, vuoto il fido vasetto di scorta. Ma mi sono ricordata che in fondo come si pesta il basilico si possono pestare le verdure e qualcosa spunta sempre, ho preso un pugno di rucola e un pugno di spinaci ed ecco quello che è venuto :

  Ingredienti : riso o pasta a scelta, gr.50 di rucola , gr.50 di spinaci, gr40 di parmigiano, pangrattato due cucchiai abbondanti, uno spicchio di aglio, 1 limone confit o un limone non trattato, pepe, sale, olio EVO

IMG_5337Preparazione : 

Riunire nel vaso del mixer o nel frullino, le verdure, il parmigiano, 4 cucchiai di olio, il pepe, e mezzo spicchio di aglio, la buccia del limone tagliata a fettine sottile, eliminando la parte bianca amarostica, e la polpa senza i semi. Io ho usato un limone “confit”, ossia un limone in conserva, che ho preparato questa estate, ma va benissimo anche quello fresco.

IMG_5339Amalgamare bene il tutto e frullare fino ad aver una crema morbida e non troppo fluida. Se necessario, aggiungere a filo un poco di olio mentre si frulla.

Mentre la pasta o il riso sono in cottura, in una padella appena unta e riscaldata aggiungere il pangrattato e fare tostare fino a doratura

IMG_5343

Quindi condire il riso con il pesto ed aggiungere briciole croccanti

IMG_5345IMG_5355

A TAVOLA

Gaspacio di melanzana e Carpaccio di zucchine marinate

Con il caldo divento sempre più pigra, specie in cucina. Preferisco magiare di più verdure e frutta, ma non è affatto una tendenza ad accettare il vegan style, quanto una necessità imposta dalle temperature torride.Amo il pesce e la carne,  ma non mi va certo mettermi a spadellare golose fritturine o a preparare ricette cariche di intingoli, sughi o salse elaborato. Meno male che esiste la cucina a ” crudo”! Si possono benissimo portare in tavola pietanze appetitose, senza per questo trasformarsi in una nuova specie di zombie, non pallido e verdastro in viso, che si vede  al cinema, ma rosso peperone,  al limite della congestione, colando sudore da tutti i pori. Quindi abbasso la sauna casalinga  e via con cibi freddi e crudi!

 Oggi propongo un piccolo e veloce menù, senza cottura, a base di vegetali, integrati da piccole porzioni di proteine. Eccoli qui  Gaspacio di Melanzana  e Carpaccio di zucchine marinate

Facili e veloci, da preparare in anticipo e tenere al fresco fino al momento di servirli:  si fanno così

Gaspacio di melanzane

Ingredienti per due porzioni:

  • Mezza melanzana grande circa 200 grammi
  • 4 ali di pomodori secchi
  • una fetta di pane raffermo o tre cucchiai di pangrattato o tre cucchiai di crusca di avena ( che ho preferito  per il suo gusto ed il suo potere saziante)
  • 1 limone
  • aceto balsamico un cucchiaio
  • 2 cucchiai abbondanti di yogurt greco colato o  formaggio morbido tipo filadelfia o caprino
  • basilico sale pepe ed olio EVO

melanzna

Preparazione:

  • Tagliare la melanzana a dadini, i pomodori secchi in  sottili strisce, metterli in una ciotola insieme alla crusca ( o alla mollica di pane o al pangrattato), il basilico spezzettato,  il succo del limone e due cucchiai abbondanti di yogurt greco, l ‘aceto, sale pepe a piacere ed 2 cucchiai di olio. Mescolare e lasciare riposare l’impasto per almeno un’ora e mezza

impastomel

  • Trascorso il tempo, frullare il misto, ammorbidito dalla marinata, aggiungendo ancora un filo d’olio e un poco di acqua fredda in modo da avere una crema, che fluida e   morbida

Fatto! conservare in frigo fino al momento di servire in ciotole singole decorate a piacere finale1

Nel frattempo, mentre il gaspacio riposa in frigo ,si può preparare il carpaccio di zucchine 

Ingredienti : una zucchina genovese grande,  2 limoni, menta, spezie a piacere, sale, pepe, olio, senape dolce, pomodorini e pinoli per per decorare.

Procedimento : 

  • affettare in fini rondelle le zucchine, utilizzando o l’affettatrice del robot o la affetta-tartufi manuale. Spremere i i limoni e diluire nel succo un cucchiaio abbondante di senape, sbattendo con una forchetta in modo da avere una crema. Aggiungere le erbe e le spezie , per esempio un misto di aromi mediterranei come origano, maggiorana o altro, il sale il pepe. Porre le zucchine in una ampia ciotola, ed irrorarle con la crema e distribuire la menta. Lasciare marinare al fresco per una ora o più.

marinata

  • Al momento di servire, mescolare la verdure e decorare con pomodorini freschi , pinoli . Io ho aggiunto un cucchiaio di bottarga di muggine grattugiata .

finale Tutto è pronto ! A Tavola :  Gaspacio e Zucchine marinate a cui ho aggiunto un p0’di formaggio fresco magro !